Ti trovi in:

Home » I Comuni » Comune di Comano Terme

Comune di Comano Terme

Immagine decorativa
Il Comune di Comano Terme è stato istituito, a decorrere dal 1° gennaio 2010, mediante le fusioni dei Comuni di Bleggio Inferiore e Lomaso, a seguito di referendum a suffragio universale svoltosi nell’ottobre 2009. Il territorio del nuovo Comune comprende l’antica Pieve di Bleggio che si estende sul territorio di forma triangolare delimitato dai fiumi Sarca e Duina e dai fianchi dei monti S. Martino, Sèrra e Cogórna. Il paesaggio prospetta con immediatezza la formula giudicariese esteriore dei piccoli agglomerati sparsi sui terrazzi fittamente coltivati, bagnati da brevi rivi, alternati da macchie di bosco, con la chiesa ai margini del nucleo abitato. Il Comune ha competenza amministrativa anche su parte della bella e selvaggia Val d'Algóne, porta di accesso al Parco Adamello-Brenta e mèta di molti campeggiatori e turisti durante l'estate.
L’ambito del nuovo Comune nel territorio del Lomaso, si estende tra il torrente Duina, il Sarca ed i Monti Casale, Misón e Cogórna, formando un´ampia conca affacciata sul verde dei monti che la coronano. I vari nuclei abitativi hanno l´aspetto dei tipici villaggi agricoli disposti su terrazzamenti morenici; solo Ponte Arche fa eccezione, essendo un insediamento recente di fondovalle, dove, grazie alle Terme di Comano, c'è stato un notevole sviluppo turistico. Nel resto del territorio l´economia è prettamente agricola, con particolare sviluppo dell'allevamento.
A Campo merita una visita il convento dei Padri Francescani costruito nel ‘700, mentre adagiato e nascosto nel verde dei boschi sorge Castel Campo, di origine medievale, che ha subìto numerosi rifacimenti e presenta, quindi, elementi architettonici di epoche diverse. La corte medievale con la loggia del XV sec. è racchiusa fra tre torri; all’interno delle mura si trova la cappella quattrocentesca restaurata ed affrescata agli inizi del secolo. Da Vigo Lomaso o da Dasindo si accede alla Val Lomasona, importante "biotopo" e zona umida di rilevante interesse ambientale, culturale e scientifico.
Il municipio del Comune di Comano Terme ha sede in Ponte Arche, paese recentemente sviluppa-tosi come polo turistico emergente, trainato dalle vicinanze delle Terme di Comano (bellissimo il parco adiacente), già note ai tempi degli antichi Romani per la cura delle malattie della pelle, peculiarità che le rende uniche in Italia ed in Europa; il nome deriva dalla mitica Sibilla Cumana, la profetessa romana che custodiva, secondo la leggenda, la "miracolosa" fonte come un tesoro.
Le frazioni che compongono il Comune sono le seguenti: Santa Croce, Duvrédo, Cillà, Bié, Tignerone, Vergónzo, Villa, Sésto, Bòno, Comighéllo, Càres (nel Bleggio) e Comano, Godenzo, Póia, Dasindo, Lundo, Vigo (nel Lomaso), oltre, ovviamente Ponte Arche.


Municipio: Via G. Prati, 1
Tel. 0465/701434 - Fax 0465/701725
protocollo@comune.comanoterme.tn.it
www.comune.comanoterme.tn.it
Sindaco: Fabio Zambotti
CAP
38077
Stemma
Immagine decorativa
Evoluzione demografica
Popolazione 1921-2011
Abitanti
2963
Superficie km2
68
Altitudine (metri sul livello del mare)
400
Codice Istat
022228
Frazioni
Bié, Bono, Campo Lomaso (Camp), Càres, Cillà (Cilà), Comano (Coman), Comighello (Comighél), Dasindo (Dasind), Duvredo (Duvré), Godenzo (Godènz), Lundo (Lunt), Poia (Póia), Ponte Arche (sede comunale), Sésto (Sést), Tignerone (Tigneron), Val d'Algone (Val d'Algon), Vergonzo (Vergonc'), Vigo Lomaso (Vic), Villa (Vila)
Comuni Limitrofi
Arco, Bleggio Superiore, Bocenago, Dorsino, Dro, Fiavè, Giustino, Massimeno, Ragoli, San Lorenzo in Banale, Stenico, Tenno, Tione di Trento
Nome degli abitanti
bleggiani e lomasini (comanesi)
Sede comunale principale