Ti trovi in:

Home » I Comuni » Comune di San Lorenzo Dorsino

Comune di San Lorenzo Dorsino

Immagine decorativa
Il Comune di San Lorenzo Dorsino è stato istituito con decorrenza 1° gennaio 2015 dalla fusione dei Comuni di San Lorenzo in Banale e Dorsino.

San Lorenzo è formato dalle antiche Sette Ville (Berghi, Dolàso, Glòlo, Pergnano, Prato, Prusa e Senàso). In località Glolo sono ancora visibili le rovine di Castel Mani, appartenuto al Vescovato di Trento, che aveva lo scopo di controllare l´importante nodo stradale di S. Lorenzo. Da qui si gode uno splendido panorama sulla vallata e sulla piana del Sarca. L'abitato di S. Lorenzo è ricchissimo di capitelli molto ben conservati, grazie all'opera di restauro recentemente intrapresa.
Negli ultimi decenni S. Lorenzo è divenuta mèta di soggiorni sportivi di varie discipline, in particolare calcio e nuoto, grazie alla presenza di un attrezzato e funzionale centro sportivo e di una buona struttura ricettiva. Inoltre, l'altitudine di 800 metri, la presenza di una rigogliosa vegetazione e l'assoluta tranquillità, rendono il paese particolarmente adatto all'ossigenazione ed al relax e base per escursioni, ascensioni e traversate in Val d'Ambiéz e nel Gruppo del Brenta.
Le bellezze delle Sette Ville hanno permesso a San Lorenzo di far parte del club dei "Borghi più Belli d'Italia", associazione nata nel 2001 su impulso dell'ANCI (Associazione Comuni Italiani) per valorizzare il grande patrimonio di arte, storia, cultura, ambiente e tradizioni presenti nei piccoli centri italiani.

Dorsino si trova allo sbocco della Val d'Ambiéz, sopra un breve terrazzo morenico creato dalle acque del Sarca. Fino agli anni '50 vi erano ancora due case dal tetto di paglia. L´aspetto attuale è dovuto alle numerose ricostruzioni seguite agli incendi che devastarono il paese.
L'attuale parrocchiale è stata consacrata nel 1958, prendendo il posto della chiesa di S. Giorgio, di fattura quattrocentesca, al cui interno sono conservati gli affreschi di Cristoforo Baschenis.

Il Comune comprende anche le frazioni di Andògno e Tavòdo; quest'ultima è l'antichissima sede della Pieve del Banale, con la chiesa dedicata all'Assunta. Altri centri abitati sono Némbia (posto proprio sul confine giudicariese, prima del territorio di Molveno), Déggia (interessante il Santuario dedicato alla Madonna di Caravaggio) e Moline (suggestivo antico sobborgo).

Municipio: Piazza delle Sette Ville, 4 - Fraz. San Lorenzo in Banale
Tel 0465-734023
Fax 0465-734638
Mail: segreteria@comune.sanlorenzodorsino.tn.it
www.comune.sanlorenzodorsino.tn.it
Sindaco: Albino Dellaidotti
Frazioni: San Lorenzo e Dorsino
Feste patronali: 10/8 S. Lorenzo, 17/1 S. Antonio (Dolàso), 31/1 S. Giovanni Bosco (Prusa e Prato), 9/2 S. Apollonia (Berghi), 20/1 S. Sebastiano e 16/8 S. Rocco (Pergnano), 17/7 S. Alessio (Glòlo), 21/9 S. Matteo (Senàso), 26/5 Madonna di Caravaggio (Moline e Déggia), 23/4 S. Giorgio (Dorsino), 26/7 S. Anna (Andògno), 18/8 S. Agàpito (Tavódo).
CAP
38078
Stemma
Immagine decorativa
Evoluzione demografica
Popolazione 1921-2011
Abitanti
1599
Superficie km2
62
Altitudine (metri sul livello del mare)
758
Codice Istat
022231
Frazioni
Dorsino, San Lorenzo in Banale
Comuni Limitrofi
Sténico, Comano Terme, Calavino, Vezzano, Molveno, Ràgoli, Andalo
Sede comunale principale