Vai menu di sezione

Accoglienza di minori presso famiglie o singoli

Cos'è?

E' un servizio di sostegno al minore e alla sua famiglia d'origine attraverso l'accoglienza diurna e/o notturna presso famiglie o singoli individuati.

L'accoglienza avviene presso famiglie o singoli individuati dal servizio sociale territoriale in relazione alle particolari condizioni e peculiarità locali, dall'Equipe multidisciplinare per l'affidamento familiare, dall'associazionismo locale ed è effettuata sulla base di un progetto, a sostegno della famiglia d'origine del minore, che prevede tempi e modalità di intervento.

Con l'accoglienza è possibile:

  • sostenere la famiglia di origine nell'organizzazione della vita familiare (ad esempio prendere i bambini all'asilo, ospitarli per il pranzo, accoglierli per alcune ore nel pomeriggio per offrire loro un ambiente sereno e familiare)
  • ospitare per un breve periodo bambini e ragazzi in situazioni di particolare urgenza o in attesa di definire altri progetti
  • offrire agli adolescenti un modello positivo di adulto, sostenendoli nell'impegno scolastico oppure dando loro occasioni di compagnia per attività ricreative
  • proporre attività di svago e di relazione a bambini e ragazzi che sono allontanati dalla famiglia, che si trovano presso servizi residenziali e che mancano di punti di riferimento familiari
  • offrire a famiglie con difficoltà a stabilire relazioni personali proprie, opportunità di contatti e di solidarietà
Quando posso richiederlo?

Se i minori appartengono a nuclei familiari che presentano problemi di conciliazione tra il tempo lavorativo e quello genitoriale, che hanno difficoltà nell'accudire i figli o che possono trovarsi in situazioni di emergenza tali da richiedere la sostituzione temporanea nella cura dei figli.

Come si attiva?

L'accoglienza viene attivata su proposta del Servizio sociale territoriale, secondo il progetto di aiuto concordato con i genitori del minore e/o in relazione alla fruizione di altri servizi.

Quanto costa?

La Comunità sostiene la famiglia accogliente con un contributo mensile riferito al minore accolto e rapportato all'impegno effettivo in termini di tempo e spese sostenute. La Provincia Autonoma di Trento provvede a stipulare, con oneri a proprio carico, una polizza assicurativa di responsabilità civile verso terzi a favore del soggetto accogliente e una polizza di assicurazione contro gli infortuni a favore del minore accolto. La famiglia d'origine è tenuta a concorrere alle spese di accoglienza in ragione del proprio reddito.

A chi posso rivolgermi?
torna all'inizio del contenuto

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto