Vai menu di sezione

Piano esecutivo di gestione (PEG)

Dopo l’approvazione del bilancio di previsione, la Giunta approva il Piano esecutivo di gestione (PEG). Il Piano esecutivo di gestione contiene obiettivi, modalità e tempi di svolgimento delle azioni amministrative e delle spese di investimento.
Nel Piano esecutivo di gestione la spesa viene suddivisa in centri di costo in relazione alla struttura organizzativa che le attiva. 

Se più strutture operano su una stessa azione, si individuano centri di costo separati.
Per ciascun centro di costo vengono indicati:

  • il responsabile
  • i compiti assegnati
  • le risorse previste in entrata e in uscita nel corso dell’esercizio finanziario, articolate in capitoli e articoli
  • i mezzi strumentali e il personale assegnato
  • gli obiettivi di gestione
  • gli indicatori per la valutazione del grado di raggiungimento degli obiettivi

Nel caso in cui all’inizio dell’esercizio il bilancio di previsione non sia stato ancora deliberato, la Giunta può definire un piano esecutivo di gestione provvisorio annuale, di natura finanziaria, basato sulle previsioni assestate del bilancio precedente, limitatamente a quanto previsto dall’art. 12 del D.P.G.R. 28.05.1999 n. 4/L.
Periodicamente, e se richiesto, i responsabili dei servizi informano gli assessori di riferimento e il Presidente sull’andamento dell’azione amministrativa e sulla gestione delle competenze loro affidate.

Variazioni al Piano esecutivo di gestione

La proposta di variazione al piano esecutivo di gestione deve essere presentata alla Giunta della Comunità dal responsabile del Servizio Finanziario, su richiesta del servizio di merito.
La deliberazione della Giunta è adottata entro 10 giorni dal ricevimento della proposta.
Le variazioni tra capitoli dello stesso centro di costo all’interno dello stesso intervento sono adottate, su richiesta del servizio di merito, dal responsabile del Servizio Finanziario entro 5 giorni dal ricevimento della proposta.
Le variazioni al piano esecutivo di gestione che modificano gli stanziamenti delle risorse o degli interventi sono precedute dalle deliberazioni di variazione del bilancio.
Gli impegni di spesa a carico degli esercizi che ricadono nel mandato amministrativo successivo possono essere approvati qualora il finanziamento sia certo e si tratti di interventi necessari al completamento o alla funzionalità di un’opera pubblica.

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto