Vai menu di sezione

FAQ

Elenco domande frequenti riguardanti la TIA Tariffa Igiene Ambientale

Chi stabilisce le tariffe di Igiene Ambientale e il relativo regolamento?

Dal  1° gennaio 2012 il Regolamento per la Tariffa di Igiene Ambientale e le relative tariffe annuali sono approvati dalla Comunità delle Giudicarie

 

Se si modifica uno di questi fattori: metratura dell’appartamento o dell’azienda, numero di componenti, composizione del nucleo familiare, indirizzo o denominazione sociale delle utenze, a chi bisogna comunicare la modifica?

Si può segnalare la modifica al Comune di riferimento o direttamente alla Comunità delle Giudicarie – Servizio TIA e informatica.

 

Come è calcolato il numero dei componenti del nucleo familiare per le seconde case?

Dal 1° gennaio 2012, sulla base di quanto disposto dal Regolamento unico per la Tariffa di Igiene Ambientale, i componenti il nucleo familiare per le case a disposizione (seconde case) è stabilito nel numero di 2 (due) su tutto l’ambito della Comunità.

 

Chi e in che modo stabilisce la categoria di appartenenza delle utenze non domestiche?

Le utenze non domestiche sono classificate dal Comune/Comunità sulla base delle categorie previste dal decreto “Ronchi” (Tabella per comuni superiori a 5000 abitanti)

 

Quando un appartamento viene venduto o il titolare dell’appartamento muore, che cosa bisogna fare?

In caso di cessione del contratto o dell’immobile o per il decesso dell’utente occorre presentare la domanda di voltura, cioè di cambiamento dell’intestazione del contratto. La domanda deve essere presentata in Comune, su apposito modulo, entro 30 giorni dalla variazione. Le variazioni avranno effetto comunque solo dopo avvenuta restituzione della chiavetta/contenitore assegnato. Se la domanda viene presentata oltre i termini possono essere applicate delle sanzioni amministrative previste dal regolamento.

 

Con quali modalità posso pagare le fatture relative alla Tariffa Igiene Ambientale?

Si può pagare con bollettino postale già precompilato o con addebito automatico sul conto (tramite R.I.D. rapporto interbancario diretto). In casi particolari si può concordare con il servizio TIA e Informatica della Comunità il pagamento mediante bonifico.

 

Se riscontro incongruenze o errori su una fattura della Tariffa Igiene Ambientale a chi mi devo rivolgere?

La cosa migliore è contattare il servizio TIA e Informatica della Comunità, che provvederà a verificare la situazione ed eventualmente a correggere la fattura. Il servizio TIA e Informatica darà le informazioni necessarie affinché non si verifichino più errori.

 

Se dovessi perdere la chiavetta per conferire il residuo cosa devo fare?

È necessario rivolgersi al proprio Comune il prima possibile per bloccare la chiavetta persa e farsi dare una nuova chiavetta. Eventuali utilizzi della chiavetta smarrita saranno addebitati fino alla data della denuncia.

Scarica modulo dichiarazione smarrimento chiavetta

Se vendo l’appartamento devo riconsegnare la chiavetta?

La chiavetta va restituita al Comune nel momento in cui si compie la denuncia di cessione dell’appartamento.

 

Se compro un appartamento o lo eredito mi viene data una nuova chiavetta?

In questi casi occorre richiedere una nuova chiave al Comune nel momento in cui viene attivata l’utenza con la presentazione della dichiarazione di subentro.

 

Come funziona se prendo un appartamento in affitto?

Se l’utenza viene intestata all’inquilino, la chiavetta gli viene consegnata dal Comune.

Se l’utenza è intestata al proprietario dell’appartamento, la chiavetta sarà consegnata all’inquilino direttamente dal proprietario. L’inquilino restituirà la chiavetta al proprietario quando lascerà l’appartamento.

 

Posso avere una o più copie della chiavetta?

No, non è possibile avere più copie della chiavetta. In caso di smarrimento, la chiave viene sostituita da una nuova chiavetta.

 

Posso avere più chiavette?

No, non è possibile richiedere due o più chiavette in quanto è prevista una chiave per ogni unità abitativa.

 

È necessario pagare una cauzione per avere la chiavetta?

Non è prevista nessuna cauzione. In caso di smarrimento verrà richiesta una somma di 30,00 Euro per la chiavetta che sostituisce quella smarrita.

 

Quali riduzioni sono previste per gli utenti del Servizio Tariffa di Igiene Ambientale?

Le riduzioni della tariffa sono tutte previste dall’art. 11 del Regolamento Unico.

Per avere diritto alle riduzioni occorre compilare l’apposito modulo, scaricabile in formato pdf e presentarlo assieme all’eventuale documentazione richiesta agli uffici Comunali o direttamente al Servizio TIA e Informatica della Comunità delle Giudicarie.

Scarica modulo richiesta riduzioni

 

Devo pagare solo gli svuotamenti che faccio o è previsto un numero minimo di svuotamenti?

Per ovviare all’abbandono dei rifiuti, per l’anno 2012 sono stati previsti degli svuotamenti minimi, calibrati sul numero dei componenti il nucleo familiare e, per le utenze non domestiche stabiliti in numero di  10 (dieci) indipendentemente dalla tipologia di contenitore/bidone utilizzato.

Tabella svuotamenti minimi utenze domestiche

Tabella svuotamenti minimi utenze non domestiche

Quanto costa un conferimento?

Il costo al litro per il rifiuto residuo solido urbano è stato quantificato in Euro 0,06 al litro più IVA. Costo conferimento per contenitore:

Tipo dispositivo / contenitore Capacità dispositivo / contenitore Costo a svuotamento ( netto iva )
Chiavetta elettronica verde 15 litri 15 lt. x € 0,06 = € 0,90
Bidone residuo  120 lt 120 litri 120 lt. X € 0,06 = € 7,20
Bidone residuo  240 lt 240 litri 240 lt. X € 0,06 = € 14,40
Bidone residuo  360 lt 360 litri 360 lt. X € 0,06 = € 21,60
Bidone residuo  660 lt 660 litri 660 lt. X € 0,06 = € 39,60
Bidone residuo 1000 lt 1000 litri 1000 lt. X € 0,06 = € 60,00
Bidone residuo 1100 lt 1100 litri 1100 lt. X € 0,06 = € 66,00

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto