Vai menu di sezione

Compostaggio domestico

Cosa va nel composter domestico?
  • avanzi vegetali di cucina: scorze di patata, residui di frutta e verdura, foglie di orto e di giardino, sfalci d’erba, potature, fibre naturali come la lana e il cotone, fondi di caffè, filtri di tè, ...
  • NON riporre nel “composter” metalli, sassi e vetri, borse di plastica, bottiglie, sacchi, sacchetti dell’aspirapolvere e residui della pulizia, carne, pesce, formaggi, oli e grassi, feci di cane o di gatto, pile, medicinali e rifiuti speciali, erbe trattate con diserbanti.
Consigli utili per il composter domestico
  • preparare la base con materiale grossolano
  • non introdurre grosse quantità dello stesso prodotto, ma alternare i prodotti inseriti
  • separare i materiali umidi (scarti di cucina) da quelli secchi
  • controllare l’umidità del compost stringendone un po' in un pugno (se fosse troppo umido, arieggiarlo e introdurre materiale asciutto come le foglie secche; se fosse troppo secco, innaffiarlo con un po' d’acqua)
  • lasciare il materiale soffice e non pressarlo mai
  • rimescolare periodicamente
  • coprire l’ultimo strato con materiali asciutti come foglie secche, paglia, trucioli di legno o terriccio, per evitare la presenza di insetti molesti

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto