Vai menu di sezione

Il "giro" dei rifiuti

Che fine fanno i rifiuti? Come “nascono”? Come “muoiono”?

I rifiuti urbani, quelli delle famiglie e in genere dei cittadini, sono raccolti e smaltiti dalla Comunità delle Giudicarie, alla quale i Comuni hanno affidato il servizio, avvalendosi anche di una Ditta appositamente incaricata.

Il Servizio della Comunità smaltisce anche per conto delle attività non domestiche (che pagano la Tariffa di Igiene Ambientale e producono rifiuti “assimilati” agli urbani). Per questi il Servizio di raccolta e smaltimento si limita al ritiro di quantitativi ridotti e per specifiche tipologie come da normativa.

I rifiuti delle imprese artigiane, delle industrie e dei commercianti di grande dimensione, vengono smaltiti dalle stesse imprese, le quali, in certi casi e con apposito contratto, possono avvalersi del servizio della Comunità.

Il destino dei rifiuti

Lo smistamento avviene presso la discarica di Zuclo
I rifiuti differenziati, raccolti e tenuti separati, vengono trasferiti in piattaforme speciali ubicate nel Nord Italia (essenzialmente nel Veneto), gestite per conto dei produttori e dei commercianti, uniti in un consorzio denominato CONAI. 
Le piattaforme, con attrezzature speciali, puliscono i materiali, li selezionano e quindi li avviano ai centri di riutilizzo per riciclarli e creare nuove materie prime, o per distruggerli recuperando energia.

Il problema dei rifiuti

Purtroppo lo smaltimento assoluto dei rifiuti non esiste e i rifiuti non spariscono mai definitivamente. 
Alcuni rifiuti, come ad esempio il ferro, il cartone, il vetro, vengono riutilizzati come materia prima. Altri devono trovare una collocazione definitiva: in speciali discariche o negli inceneritori.
I rifiuti che non vediamo esistono ancora!
Una volta sotterrati ci mettono secoli a trasformarsi.

Rifiuti: un problema mondiale

Il problema dei rifiuti è un problema mondiale.
Tutte le università del mondo sono impegnate nella ricerca di una soluzione definitiva che elimini, o almeno limiti, la necessità di spazio e non provochi impatti negativi sull’ambiente. 
Una soluzione recente è la termovalorizzazione, la distruzione di rifiuti con torce al plasma, con la pirolisi, con l’incenerimento e il conseguente recupero di energia.

torna all'inizio del contenuto