Ti trovi in:

Home » La Comunità » La Comunità informa » Comunicati stampa » 2017 » "Educa allo sport, educa alla vita", l'importanza del movimento per i ragazzi

"Educa allo sport, educa alla vita", l'importanza del movimento per i ragazzi

Immagine decorativa

Serata informativa mercoledì 5 aprile alle ore 20.30 presso la "Sala Sette Pievi" della Comunità delle Giudicarie organizzata dalla Comunità in collaborazione con Risto3 ed il patrocinio dell'Azienda provinciale per i Servizi Sanitari.

Il movimento non è solo pratica sportiva: è gioco, attività all'aria aperta, corsa, passeggiata. A partire dai 6 anni, da quando incomincia la scuola, il bambino può incorrere nel rischio della sedentarietà: le ore trascorse dietro il banco sommate al tempo necessario per lo svolgimento dei compiti a casa e al tempo trascorso davanti a televisione e computer possono impigrire il bambino e condizionarne il benessere e l’equilibrio psicofisico presente e del futuro. 

 

Anche se negli ultimi tempi la percentuale di bambini in età scolare che pratica attività fisica è in lieve aumento rispetto agli anni precedenti, rimangono alti i numeri che indicano tra i più piccoli il permanere di abitudini alimentari scorrette e di comportamenti sedentari.

 

Per questo la Comunità delle Giudicarie, che gestisce tutte le mense scolastiche, tramite l’Assessore competente Michela Simoni, ha ritenuto opportuno promuovere la serata informativa “Educa allo sport, educa alla vita”, un momento di confronto per Famiglie ed Educatori, binomio fondamentale nell’educazione alla salute dei ragazzi, che avrà luogo mercoledì 5 aprile ad ore 20.30 presso la sala “Sette Pievi” della Comunità a Tione ed in videoconferenza presso l’Aula magna della Scuola media di Storo.

 

Relatori dell’incontro saranno il dott. Egidio Dipede, specialista in Medicina dello sport e la dott.ssa Brunella Valenti, psicoterapeuta esperta in psicologia dello sport, moderati dal dott. Andrea Maino dell’Ufficio Sicurezza alimentare e dietetica della Cooperativa Risto3.

 

Tione di Trento,  3 aprile 2017